Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 1 febbraio 2010

U.s.a. - Per Paramanubrio




Scusatemi se ultimamente non sono stato molto attento al blog, ma mi sono decisamente dato da fare in anche in altre direzioni.
Oltre le biciclette e la mia pagina Flickr; ho continuato a portare avanti il nuovo blog Torino cycle chic, ed ho dato una mano a Mayno (con grande onore!) a recensire l'ultimo lavoro del nostro amico Domenico.
Quindi metto sul blog questo post che ho scritto per Paramanubrio, proprio per tutti i lettori che non conoscono il sito di Mayno.

1896 ARISTON MOD. A


Mi ricordo ancora bene la prima volta che l'ho vista.
Era sporca, rugginosa ed estremamente affascinante, con quel fascino da fienile, che hanno quelle bici che sono rimaste nascoste, dimenticate e mai toccate dall'uomo negli ultimi cinquant'anni.
Ed era già tutta un programma, con un bollo di circolazione francese dell'anno 1900! Infatti il fienile era francese. Una bici da pista americana del 1896 finita chissà come in Francia prima dell'anno 1900, o più probabilmente comprata e fatta arrivare in nave dagli U.s.a. per qualche pioniere del ciclismo francese su pista.
Non la comprai a malincuore, forse un po' meno vedendo il rapporto palindromo che si creò tra l'età della bici ed il prezzo di vendita. Poi venni a sapere che la bici l'aveva comprata l'amico Domenico che oggi, dopo un sentito e bellissimo restauro ci da la possibilità di ammirare questa splendida ed antica macchina; con gli stessi occhi, forse, di quel corridore francese coi baffi a manubrio e la maglia a righe.
Già definito dal pubblico uno dei più bei restauri dell'anno, non ci resta che rifarci gli occhi con la bellissima Ariston mod. a pista del 1896 e ringraziare l'amico Domenico per questa meravigliosa bicicletta.






1 commento: